Il viaggio di Jeanne, di Anna Novion, 2008

Questa sera, spiaggia libera dietro il Kursaal, ore 21,30. Ingresso liberissimo, ultimo film del rassegna di film sul mare. Presentiamo Il Viaggio di Jeanne (Les grandes personnes) di Anne Novion con Jean-Pierre Daroussin (Albert) e Anais Demoustier (Jeanne)

Recensione: Un padre single porta da anni la figlia Jeanne a visitare un paese europeo in occasione del suo compleanno. In occasione del diciassettesimo, i due vanno in Svezia, nella piccola isola di Styrso alla ricerca di un tesoro, nascosto da un leggendario vichingo. In realtà ben altre cose verranno fuori, anche perché il microcosmo padre/figlia imploderà. […] nna Novion fa girare tutta la narrazione intorno a personaggi molto diversi tra loro, che però hanno in comune l’incapacità di vivere i propri sentimenti, soprattutto il padre Albert che non sembra completamente cresciuto e che è totalmente assorbito dal rapporto con la figlia. Lei non è più una bambina, ma lui non accetta la cosa ed incolpa di tutto questo sua madre praticamente sparita nel nulla. Anche Annika ha i suoi fantasmi sentimentali che riappaiono, mentre, la sua amica Christine ha un’amante lontano con cui comunica solo via telefono. Le vite dei quattro si mischieranno e tutti alla fine troveranno un loro equilibrio.[…]Alla fine, l’esordiente Anna Novion firma un’opera prima tipicamente francese e convincente, dominata da un sapore agrodolce. Il film si chiude con l’immagine della giovane Jeanne che vola letteralmente in bicicletta vestita con un abito a fiori, leggero come una dolce brezza estiva.

Nota: Primo lungometraggio del regista franco-svedese Anna Novion. Presentato alla ’47e semaine internazionale de la critique’ (CANNES 2008).