oggi FRANTZ, mar/mer IL RACCONTO D’INVERNO, da ven PIUMA

orari Snaporaz dal 17.10 al 25.10:

  • lunedì 17 ottobre ore 21:15 FRANTZ (per tutti 4 euro)
  • martedì 18 ottobre ore 20 IL RACCONTO D’INVERNO 
  • mercoledì 19 ottobre ore 20 IL RACCONTO D’INVERNO
  • venerdì 21 ottobre ore 21:15 (per under 30 4 euro) PIUMA
  • sabato 22 ottobre ore 21:15 PIUMA
  • domenica 23 ottobre ore 18:30 e 21:15 PIUMA
  • lunedì 24 ottobre ore 21:15 (per tutti 4 euro) PIUMA
  • martedì 25 ottobre ore 21:15 FREAKS (1932)

mar 18 e mer 19.10 ore 20 – IL RACCONTO D’INVERNO / THE WINTER’S TALE

Si apre il 18 ottobre con Racconto d’inverno la prima stagione al cinema degli spettacoli della Kenneth Branagh Theatre Company, trasmessi anche allo Snaporaz dal palcoscenico del Garrick Theatre di Londra.

La tragicommedia senza tempo di Shakespeare dedicata ai temi dell’ossessione e della redenzione verrà proposta in una nuova produzione co-diretta da Rob Ashford e Kenneth Branagh. Tra i protagonisti della pièce attori come Judi Dench in Paulina, Tom Bateman (Florizel), Jessie Buckley (Perdita), Hadley Fraser (Polissene), Miranda Raison (Hermione) e Kenneth Branagh nei panni di Leonte, il re che sembra avere tutto: potere, ricchezza, una famiglia amorevole e amici. Ma la sua folle gelosia metterà in moto una catena di eventi con conseguenze tragiche…

da ven 21.10 – Piuma

Un film di Roan Johnson. Con Luigi Fedele, Blu Yoshimi, Michela Cescon, Sergio Pierattini, Francesco Colella, Brando Pacitto, Francesca Turrini, Bruno Squeglia, Francesca Antonelli, Clara Alonso, Massimo Reale  durata 98 min. – Italia 2016.

Quando arrivano le difficoltà il Samurai se ne rallegra. Forse è perché è scemo, direbbe Cate. No, risponderebbe Ferro: è che quando l’acqua sale, la barca fa altrettanto.

Per Ferro e Cate saranno i nove mesi più burrascosi delle loro vite, anche se loro non hanno ancora capito la tempesta che sta arrivando: alla bambina ci penseranno quando nasce. E poi comunque devono preparare la maturità insieme al Patema e agli altri amici, il viaggio in Spagna e Marocco, vogliono pensare all’estate più lunga della loro vita, alla casa dove stare insieme, ai loro sogni di diciottenni.

A non essere pronti non sono solo Ferro e Cate ma anche i loro genitori: quelli di Ferro, che prima li aiutano e poi vanno in crisi sfiorando il divorzio; quelli di Cate, più assenti e in difficoltà di lei. Tutti alle prese, loro malgrado, con un nipote e una responsabilità in arrivo con quindici anni di anticipo.

Insomma, di solito ci si mette trenta o quarant’anni per essere pronti a diventare genitori, Ferro e Cate hanno solo nove mesi. E purtroppo un figlio non ti aspetta. Tu puoi essere pronto o meno ma lui arriverà. Ma se rimani leggero come una piuma e con il cuore dalla parte giusta, allora forse ce la puoi fare.